04/10/2016
RIPRENDE IL PROGETTO INTEGRA: QUARTO, LICOLA, NAPOLI...VIA!

Carissime amiche, carissimi amici,
domani iniziamo ufficialmente un nuovo anno di Integra. Vi penso. Penso al vostro impegno e al vostro percorso umano e professionale. Penso ai vostri progetti di vita e ai vostri dubbi. Penso ai vostri desideri: come vorrei anche io aiutarvi a realizzarli se per il vostro bene! Penso a ciascuno di voi come ad un fratello e una sorella con cui sognare un futuro di bellezza per noi, per la nostra esistenza, per quella dei nostri bambini e dei nostri ragazzi: al di là di tutti i problemi sono la nostra gioia!
Permettetemi alcune parole all’inizio di quest’anno.
Amate i nostri ragazzi. Profondamente. Per scelta. Quando vi viene facile e quando dovete sforzarvi. Quando la tenerezza nasce spontanea da un impeto di cuore e quando invece dovete sceglierla con decisione come strada maestra per aprire brecce di fiducia nel loro cuore. Ricordate che non basta che li amiate: è importante che lo percepiscano.
Mettete tutto ciò che potete per essere degli educatori validi, efficaci, professionali: metteteci competenza, letture e aggiornamento continuo, ingegno, studio, pensiero, mente, disciplina, introspezione, volontà di non adeguarvi alla massa e desiderio grande di migliorare il mondo partendo dal migliorare voi stessi. Ma vi prego di ricordare due cose.
Per prima cosa ricordate l’importanza della passione e dell’allegria contagiosa. Niente musi lunghi! Sappiate giocare e divertirvi senza il timore di essere ridicoli: il gioco è la cosa più adulta che esiste anche se solo i bambini la sanno fare bene! Trovate sempre gusto in quello che fate. Che le follie fatte con i ragazzi e i sacrifici vissuti per loro rendano più saporita la vostra vita. Loro sono i vostri educatori!
In secondo luogo non dimenticate la leggerezza. Siate leggeri. Fate tutto quello che dovete e potete ma poi ricordate sempre che non siamo Dio….e che il mondo non lo possiamo salvare noi, da soli. La leggerezza vi aiuterà a vivere il momento più bello come quello più faticoso. E vi aiuterà anche a non prendervi troppo sul serio: l’ironia ci salva dalla pesantezza. Chi sa ridere di sé, senza sentirsi il peso del mondo addosso, rende il mondo più leggero!
All’inizio di quest’anno diamo anche un grande in bocca al lupo a Marta e Marco  che iniziano il loro servizio educativo, sosteniamoli e accompagniamoli: benvenuti ufficialmente nella nostra Equipe! E alla nostra giovane suor Miriam che da Como ci pensa con affetto diciamo: grazie!!!!
Cari amici di Integra, sappiate che ho fiducia in ciascuno di voi: ognuno di voi è la persona giusta al momento giusto. Mai cedere allo scoraggiamento. Mai credere di non potercela fare. Mai flagellarsi con sensi di inadeguatezza: siamo uno squadrone imbattibile. Io ci credo davvero!
Imbattibile perché la fraternità è la nostra forza: non vogliamo essere colleghi o dipendenti…vogliamo essere fratelli, sorelle, amici. Imbattibile perché so che ognuno di voi sogna… e chi sogna ama… e chi ama è vivo… e chi è vivo spera… e chi spera vedrà fiorire nel deserto la più colorata delle rose e scoprirà che ne valeva la pena di venire al mondo! Si, doniamoci gli uni gli altri questa certezza e doniamola ai nostri ragazzi: vale la pena di essere su questa terra!
Siamo uno squadrone imbattibile perché l’Amore che muove ogni cosa e che per noi ha il volto, le mani, lo sguardo di Gesù di Nazareth, è dalla nostra parte, complice della nostra felicità, amico dei nostri segreti, compagno deciso della nostra libertà, sposo amante delle nostre fragilità, difensore agguerrito del nostro futuro e di quello dei nostri ragazzi. Al suo amore vi affido. Sappiate che io, le Suore di Licola e P. Carmelo ogni giorno vi ricordiamo davanti al Signore!

Buon anno educativo cara Equipe di Integra!!

Gennaro